Il nuovo Crocifisso, un racconto della Sicilia a modo nostro

 

Nel 2018 il Crocifisso ha cambiato la sua pelle. 

Col nuovo progetto abbiamo messo al centro della scena la nostra cucina: tutti gli spazi del nuovo ristorante sono stati disegnati per rendere il piatto protagonista della tavola. Tutt’attorno un racconto della Sicilia fatto alla nostra maniera. Il cambiamento è arrivato insieme allo studio VI+M di Vincenzo e Michele Ignaccolo.

Ci serviva un amico col cuore siciliano e lo sguardo immaginifico internazionale, che sapesse sfoltire una tradizione culturale densa dallo stereotipo. Abbiamo ricercato contemporaneità per raccontare le linee del nostro tempo fuori dai canoni delle mode; districare le Sicilie che compongono la nostra terra e mettere in luce quella del Ristorante Crocifisso non è stato semplice, ma lo abbiamo fatto, a modo nostro.

I nuovi spazi

Luce, fondi neutri e colore: il nostro ospite all’ingresso è accolto da un ambiente che esprime l’abbraccio di casa con un’atmosfera sobria e calda dalle tinte azzurro cenere e ricordi di broccati antichi.

Ai lati del primo passo, si allungano le sale del Ristorante.

In ognuna vibra la Sicilia, un canto sottile che accompagna la visita ma non investe con la sua presenza; solo nell’ultima sala abbiamo concesso all’opera di Sergio Fiorentino un’intera parete.

Sulla tavola, soprattutto di sera, la luce è protagonista, delineando lo spazio dell’esperienza del commensale: il momento dove il nostro racconto allo stesso tempo finisce e inizia, e lascia spazio alla vostra, personalissima, interpretazione.

ristorante crocifisso noto studio Vi+MRistorante Crocifisso Noto Vi+M studioRistorante Crocifisso Noto Vi+M studio
Ristorante Crocifisso Noto Vi+M studio
Ristorante Crocifisso Noto Vi+M studio

Ristorante Crocifisso Noto Vi+M studioristorante crocifisso noto studio Vi+M