Il menù di Crocifisso

IMG_8521

“Quando uno chef scrive il proprio menù, è come se mettesse nero su bianco la propria storia personale e professionale. Ogni scelta ha dietro una spiegazione.

Sensazioni vissute in terre lontane che riaffiorano, esperienze consumate negli anni addietro che poi trovano una spiegazione compiuta quando il ricordo riaffiora in una notte d’estate, magari senza alcun collegamento immediato o sensato su ciò che si sta facendo in quel momento.

Il menù che si trova al Crocifisso ha avuto, in buona parte, questa genesi. I piatti inseriti hanno storie disparate, per alcuni versi alcune volte accidentati. Magari inizialmente, nella fase di sperimentazione e composizione, l’idea da cui si partiva è stata totalmente stravolta e dunque modificata in corso d’opera, scegliendo un ingrediente al posto di un altro, oppure cambiando i tempi di cottura oppure osando con un abbinamento apparentemente ‘forte’ ma che poi si rivela strategico al risultato finale.

Insomma, Crocifisso ha voluto raccontare la sua storia con il nuovo menù, frutto di esperimenti in cucina, lunghe nottate a trovare i dosaggi giusti e soprattutto per raccontare la cucina siciliana in modo innovativo, trasversale, accogliente e soprattutto che lasci nei nostri ospiti un ricordo indelebile al gusto. Dunque, non vi rimane altro da fare, che scoprire questo percorso insieme a noi”.